INFORMAZIONI:

LA DOTT.SSA RITA MANZO E' PSICOLOGA E PSICOTERAPEUTA SISTEMICO-RELAZIONALE
SI RICEVE TUTTI I GIORNI DAL LUNEDI AL VENERDI DALLE 8:30 ALLE 20:30 PREVIO APPUNTAMENTO TELEFONICO AL NUMERO 3333072104.

SEDI: 1)VIALE EUGENIO DELLA VALLE N19, SANTA MARIA CAPUA VETERE (CE)
2)VIA GUGLIELMO MARCONI N.30, CALVI RISORTA (CE)

SERVIZI OFFERTI: PSICOTERAPIA INDIVIDUALE, DI COPPIA E FAMILIARE, CONSULENZA E SOSTEGNO PSICOLOGICO. CLICCA QUI PER VEDERE LE AREE D'INTERVENTO



sabato 18 febbraio 2017

BULIMIA SESSUALE

Il termine bulimia sessuale si riferisce alla compulsione nel ricercare un gran numero di incontri sessuali. Sono stata intervistata sull'argomento dalla giornalista Barbara Gabbrielli per il settimanale "Confidenze" n°8 del 15/02/2017 e propongo qui il box dal titolo: "Compulsione pericolosa" abbinato alla testimonianza dal titolo " Ho fatto sesso con più di 50 uomini". Subito dopo le risposte integrali all'intervista.

1)Tanti uomini, uno dietro l'altro: che cosa significa questa bulimia sessuale?
1) Il termine bulimia sessuale si riferisce alla compulsione nel ricercare un gran numero di incontri sessuali. Tale compulsione non deriva da un reale desiderio sessuale, che anzi è quasi sempre assente, ma dal bisogno di trovare un canale alternativo per spegnere un’angosciante frustrazione di fondo subita in altri campi (familiare, sociale, lavorativo, affettivo…) che non si riesce ad affrontare diversamente a livello psichico.
2) Si può configurare come disturbo sessuale?
2) Si, può essere configurato come un disturbo sessuale e talvolta coesiste con il DOC (Disturbo Ossessivo-Compulsivo) oppure può essere un’evoluzione della Bulimia Nervosa.
3) Che tipo di vuoto va a colmare? E ci riesce?
3) La ricerca compulsiva di partner sessuali cerca di soddisfare alcuni bisogni, non appagati in altro modo, tra questi il bisogno di autostima, di potere, quello di sentirsi femminile, apprezzata, considerata, desiderata, accettata, di piacersi e di piacere. L’euforia iniziale di un nuovo incontro regala l’illusione che tutte le frustrazioni esperite svaniscano all’istante, ma ci si rende conto ben presto che non è così e si ripiomba, con forti sensi di colpa, in uno stato di angoscia.
4) Dobbiamo assecondare questa tendenza o fare qualcosa per interromperla? e come?
4) I sintomi della bulimia sessuale presentano un incremento nei momenti di maggiore depressione e sconforto. Assecondare questa tendenza può risultare dannoso in quanto come predetto essa non procura un reale benessere, ma alla lunga mina l’autostima e danneggia la salute psico-fisica. Purtroppo molte persone non si rendono conto di avere un problema e scambiano i propri atti sessuali compulsivi per “mentalità aperta” e disinibizione. Il primo passo da fare per interrompere tale tendenza patologica è quello di capire che si ha un problema, accettarlo e chiedere l’aiuto di uno psicologo che aiuti a capire quali sono le reali cause che si celano dietro al disturbo e a risolverlo per ritornare a viversi a pieno una serena femminilità ed una sana sessualità.

Se hai bisogno di una consulenza puoi contattarmi al numero 3333072104
Dott.ssa Rita Manzo
Psicologa, Psicoterapeuta Sistemico-Relazionale
Calvi Risorta (CE), Santa Maria Capua Vetere (CE), Napoli (NA)

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento!