INFORMAZIONI:

LA DOTT.SSA RITA MANZO E' PSICOLOGA E PSICOTERAPEUTA SISTEMICO-RELAZIONALE
SI RICEVE TUTTI I GIORNI DAL LUNEDI AL VENERDI DALLE 8:30 ALLE 20:30 PREVIO APPUNTAMENTO TELEFONICO AL NUMERO 3333072104.

SEDI: 1)VIALE EUGENIO DELLA VALLE N19, SANTA MARIA CAPUA VETERE (CE)
2)VIA GUGLIELMO MARCONI N.30, CALVI RISORTA (CE)

SERVIZI OFFERTI: PSICOTERAPIA INDIVIDUALE, DI COPPIA E FAMILIARE, CONSULENZA E SOSTEGNO PSICOLOGICO. CLICCA QUI PER VEDERE LE AREE D'INTERVENTO



lunedì 14 maggio 2012

A come ... AUTOSTIMA !


Avete presente quella pubblicità in cui c’è una modella che tutta fiera guarda nell’obiettivo e dice… “Perché io valgo!”? Beh, nella vita reale non sempre si ha la giusta misura del proprio valore. Ad ognuno di noi sarà capitato o capiterà nella vita di incontrare qualcuno che si crede di essere chissà chi, che pensa di saperne sempre più degli altri e che pretende di avere sempre ragione! Ma spesso ci capita anche di dover consolare qualcuno con frasi come “ti sottovaluti”, “devi avere più fiducia in te stesso”, “non sei consapevole delle tue potenzialità”… sono tutte frasi che denotano un problema di autostima.
L'AUTOSTIMA è la valutazione che una persona dà di se stessa. 
Tale valutazione può essere positiva o negativa.
Chi ha bassa autostima mostra scarsa fiducia nella propria persona e nelle proprie capacità; si sente spesso insicuro, non è in grado di contare su se stesso e manifesta diverse paure legate soprattutto alla propria percezione di inadeguatezza e incapacità. La scarsa autostima è un problema che tormenta molte persone ed è legata ad una scarsa accettazione di sé. Può diventare per chi la vive un serio problema da affrontare.
Chi ha un’eccessiva autostima è sempre sicuro di se stesso, spesso orgoglioso, ma anche presuntuoso e testardo; ritiene di fare sempre la cosa giusta, anche quando le cose non stanno così. È incapace di guardarsi indietro, di analizzare il proprio passato insieme agli errori commessi per trarne insegnamento. La sua sicurezza personale è così elevata che egli è incapace di vedere alternative di comportamento diverse da quelle prese in considerazione.
Una sana autostima si manifesta nella capacità di percepirsi e di rapportarsi a se stessi in modo realistico, positivo, rilevando i punti forti e quelli deboli, amplificando ciò che è positivo e migliorando quello che invece non lo è. La sana autostima è indipendente dal giudizio degli altri, è caratterizzata da una profonda conoscenza di se stessi, promuove obiettivi stimolanti ma non eccessivi, spinge la persona al confronto con se stessa e con gli altri.

L’autostima influenza l’autoefficacia cioè la consapevolezza di poter raggiungere degli obiettivi che ci siamo prefissati. Va da sé che se ho una bassa autostima anche la valutazione di poter raggiungere un risultato prefissato ne risente.L’autostima influenza anche il tono dell’umore, le relazioni affettive, e, in generale, influenza il successo nella vita e le scelte di ogni tipo. 
L’autostima è determinata da informazioni riferite a tre tipi di sé:
sé reale: è la valutazione oggettiva delle nostre competenze.
sé percepito: è la nostra valutazione del sé reale. Difficilmente sé percepito e sé reale coincidono, si rischia sempre di fare "errori di valutazione".
sé ideale: è come desideriamo essere. Esso è influenzato dalla cultura e dalla società.
I problemi legati all’autostima nascono dalla discrepanza tra sé ideale e sé percepito.
                                                    Dott.ssa Rita Manzo

Ti potrebbero interessare anche i seguenti articoli:
La gestione delle emozioni
Bassa autostima: Come posso accettarmi di più?
La timidezza 

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il tuo commento!